Mostra-Esposizione: LA CAMPANELLA DEI RICORDI -SI TORNA A SCUOLA.

(Tra vecchi quaderni,immagini,e ricordi condivisi).Dal 9 all' 11 Agosto,

In un locale di Piazzale V.d'Errico, all'interno di una mostra video-fotografica,

consegneremo (con Luciano Di Nardo e Mario Alessio) i quaderni, circa 1500,

recuperati dai magazzini delle scuole elementari di Palazzo, che vanno dal 1968 al 1985,

ai firmatari dei quaderni stessi o a loro delegati...

a breve comunque pubblicheremo anche su fb i nomi ritrovati sui quaderni

affinchè anche i molti, lontani , da Palazzo possano verificare la loro eventuale presenza.

Quello che è conosciuto oggi come il Palazzo d’Errico, sede della Pinacoteca e Biblioteca, fu costruito fra il 1829 e il 1833 da Agostino d’Errico senior, padre del mecenate Camillo. Esteriormente l’attrattiva della dimora era data dalla sua dimensione, all’epoca unica nel paese, con poche cornici che circondano porte e balconi e da un semplice cornicione. Evita infatti ogni sfarzo formale, decorazioni o richiami al passato. Nel 1837, per rispettare un voto della moglie Dopo la morte del padre Agostino, nel 1853 Camillo d’Errico si trasferì nel palazzo di fronte (anch’esso parte del patrimonio immobiliare compreso nel lascito testamentario) e fece costruire un’ala aggiuntiva al palazzo, sulla destra dell’arco del Purgatorio, nell’ottica di allestire due grandi sale a gallerie per l’esposizione dei dipinti, di cui una con lucernario per una migliore illuminazione delle opere. p> 

 

 

https://www.facebook.com/radicilucane/ https://www.instagram.com/radicilucane/ https://www.radicilucane.it/it/